Un Attivista per i diritti della Cannabis

Nome: MARKAB MATTOSSI
Attuale impiego: esperto in canapa & cannabis
Nazionalità: Italiana
Data di nascita: 21 novembre 1977
Luogo di nascita: Trieste
titolo: geometra
e-mail: info@markab77.it

Esperienza con la Cannabis
2002 esame di Urbanistica sulla fitodepurazione della canapa è riutilizzo dell’acqua di risulta per usi industriali
2002-2016 moderatore e amministratore di forum web del settore cannabico
2005-2009 direttivo ass. Tiaccaci produzioni (raccolta di documenti, traduzioni, divulgazione e sensibilizzazione della pianta di cannabis).
2010-2018 direttivo ass. ASCIA (la porta di comunicazione tra il mondo cannabico e la politica)
2015-2018 ideatore e parte del direttivo dell’ ass. Canapa info point, associazione nazionale con sedi sparse sul territorio italiano.
2016-2018 consulente per coltivazioni di canapa
2018 apertura della società Terra Natura s.r.l.s. e creazione della rete di imprese “Rete Cannabis”, per seguire gli agricoltori che vogliono coltivare la canapa (per il seme alimentare, per la fibra e il canapulo, per il fiore, per le estrazioni, ecc…).

Esperienze politiche
2012, 9 gennaio – presentazione della richiesta chiarimenti costituzionali presso: Tribunale di Trieste (prot. n°000127 d.d. 9/01/2012), Prefetto di Trieste, Presidente della Repubblica (raccomandata A/R), Corte Costituzionale (Posta Elettronica Certificata). Mai otteniuto alcuna risposta.
2012, 27 marzo – conferenza stampa con i senatori dei Radicali Italiani https://www.radioradicale.it/scheda/349557/notiziario-antiproibizionista
2013, 12 dicembre – relatore in audizione tecnica presso commissione giustizia in Senato della Repubblica Italiana https://www.radioradicale.it/scheda/398570/commissione-giustizia-della-camera
2015, 12 aprile Roma – Conferenza stampa presso il Senato della repubblica
2015, 20 aprile Milano – incontro con l’intergruppo parlamentare per la Cannabis Legale conferenza “L’Erba Voglio” https://www.radioradicale.it/scheda/439334/lerba-voglio-legalizzare-e-giusto-e-conviene-evento-promosso-da-g-civati-e-dalla
2015, 30 aprile Roma – Conferenza stampa presso la Camera dei Deputati 2015, 6 giugno – Forum politico-Istituzionale sulle leggi che regolamentano l’uso di canapa in Italia
https://www.radioradicale.it/scheda/444186/forum-politico-istituzionale-sulle-leggi-che-regolamentano-luso-di-canapa-in-italia (al min. 1:11 :00 Markab Mattossi)
2015, 13 luglio Bruxelles – Tavolo tecnico presso il Parlamento Europeo, intitolato “Le politiche europee sulla lotta contro il traffico di droghe e crimine organizzato : valutare un nuovo approccio alle droghe leggere”
2016, gennaio-marzo – collaborazione alla stesura della LIP (Legge di Iniziativa Popolare) sulla cannabis Legale https://www.radioradicale.it/scheda/470811/la-nota-antiproibizionista
2016, 13-15 maggio – organizzatore della conferenza politica alla fiera “Indica Sativa Trade”. Sen. Della Vedova (promotore dell’Intergruppo), Rita Bernardini (Presidente Onorario), il Sen. Alberto Airola (M5S) e gli On. Vittorio Ferraresi (M5S), Daniele Farina (SEL), Adriano Zaccagnini (gruppo misto) e Beatrice Brignone (PD)
2016, 20 giugno – relatore in audizione tecnica presso La Camera della Repubblica Italiana
https://www.radioradicale.it/scheda/478954/commissioni-riunite-giustizia-e-affari-sociali-della-camera-dei-deputati
2016, aprile-dicembre – collaborazione nella stesura e approvazione della legge 1/2017 (accorpamento proposte legge 205+216/2014) della regione Lazio sulla filiera della canapa
2016, 17 dicembre – dibattito dal titolo “Caso Bernardini – La coltivazione domestica di cannabis è ancora reato?” https://www.radioradicale.it/scheda/495151/caso-bernardini-la-coltivazione-domestica-di-cannabis-e-ancora-reato-la (al min. 1:42:00 Markab Mattossi)
2017, 29 febbraio Roma – tavolo tecnico sulla filiera della canapa persso il Mipaaf (Ministero politiche Agricole, Alimentari e forestali)
2017, 12-14 maggio – organizzatore della conferenza politica alla fiera “Indica Sativa Trade”. Rita Bernardini (Radicali Italiani), Beatrice Brignone (Possibile), Daniele Farina (Sinistra Italiana), Vittorio Ferraresi (Movimento 5 Stelle) e Adriano Zaccagnini (Articolo 1-MDP)

Altre esperienze
2006, 20 gennaio Molise – fondazione dell’Ass. TIACCACI (Totale Informazione A Chi Ci Accusa e Condanna Ingiustamente)
2006-2007 – collaboratore dell’iniziativa Fumatori, Facce normali di gente normale, NO alla legge Fini-Giovanardi
2007, 28 gennaio Bologna – organizzatore 1° Assemblea Nazionale degli Estimatori della Canapa
2007, 2 giugno Bologna – organizzatore 2° Assemblea Nazionale degli Estimatori della Canapa, http://www.encod.org/info/Assemblea-Nazionale-degli.html
2009, 12-14 marzo Trieste – collaboratore conferenza per operatori dei sert.:”ALTA TRIESTE” INSEGNA: QUANDO TUTTO DIVENTA ILLEGALE, L’ILLEGALITA E RIVOLUZIONARIA
http://www.encod.org/info/ALTA-TRIESTE-INSEGNA-QUANDO-TUTTO.html
http://lab57.indivia.net/2009/03/convegno-altra-trieste-linganno-droga-continua/
2011 – video intervista a dot. Gianluigi Gessa, massimo esperto sulla cannabis in Italia https://www.youtube.com/watch?v=-BkoBXX70a8

2013, 2 marzo Pisa – ENCOD ASSEMBLEA NAZIONALE DELLE CSC ITALIA
http://www.encod.org/info/ASSEMBLEA-NAZIONALE-DELLE-CSC-EN.html
2013, 16 maggio – relatore in conferenza al Università di Trieste “Cannabis, la Green Economy del futuro. Nuove opportunità di lavoro”
2013, 15 dicembre Roma – CANNABIS SOCIAL CLUBS IN ITALIA
http://www.encod.org/info/CANNABIS-SOCIAL-CLUBS-IN-ITALIA.html
2014, 7-12 febbraio – organizzazione di vari eventi, in attesa della decisione della Corte
costituzionale sulla legge Fini-Giovanardi
2014, 26-28 settembre Goricko, Slovenia – Assemblea Gernerale ENCOD 2014 http://www.encod.org/info/FULL-REPORT-GENERAL-ASSEMBLY-2014.html
2015, febbraio – pubblicazione su tutti i social media delle mie interpretazioni costituzionali sulla illecità della 309/90 https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1585222401693360&set=a.1586028551612745.1073741838.100006168457090
2015, marzo – Nasce l’associazione territoriale Canapa Info Point
http://www.encod.org/info/Nasce-il-primo-Canapa-Info-Point.html
https://www.youtube.com/watch?v=dnGpEzJkaS4 (al min. 19:00 Markab)
https://www.radioradicale.it/scheda/457220/inaugurazione-della-sede-legale-ed-operativa-dellassociazione-di-promozione-sociale-e#a=3050416&i=3477059
2015, 5-7 giugno Bologna – organizzatore della conferenza politica alla fiera “Indica Sativa Trade”. On. Giuseppe Civati, Rita Bernardini (Radicali Italiani), Sen. Ciampolillo (M5S), On. Farina (SEL), On. Giuditta Pini (PD), Sen. Della Vedova (Gruppo Misto) https://www.overgrow-italy.nl/incontro-cannabislegale/
2015, agosto – collaboratore della Carovana della Canapa, https://www.overgrow-italy.nl/carovana-della-canapa-2015/
2015, 3-5 settembre Firenze – relatore per operatori dei sert alla Summer School Foriluogo
2015, 25-27 settembre Amsterdam – Assemblea Generale ENCOD 2015
http://www.encod.org/info/FULL-REPORT-GENERAL-ASSEMBLY-2015.html
2015, 15-17 ottobre Napoli – Relatore e moderatore del convegno << Diritti e Interpretazioni “Cannabis Legale”>> presso la fiera Canapa in Mostra
2016, aprile – consulente ufficiale del progetto “Saracinesco in Canapa” (comune di Saracinesco(RM) + Università la Tuscia + ass. Canapa Info Point)
2016, 21 ottobre Roma – Istituto di Tecnologie Biomediche del CNR di Roma (invitato dalla direttrice Dott.ssa P. Screpanti)
2017, 23 luglio – Corso di canapicoltura a Cori (LT) con presenza dei capitani della Forestale, Carabinieri e Finanza della provincia di Latina; presso l’azienda agricola Marco Carpineti
2017, 10 novembre Latina – Seminario di aggiornamento per agronomi, periti agrari e agricoltori sulla canapa. Presso la fondazione Biocampus presso l’istituto professionale SAN BENEDETTO in BGO PIAVE LATINA,

2018, 24 maggio Roma – Arrestato per coltivazione di cannabis ad uso personale e di ricerca

Canapa Cup 2019, a confronto la Cannabis light prodotta in Italia

In questi giorni si è tenuta la prima fase delle pre-selezioni per accedere alla Canapa Cup, ospitata dall’ass. Canapa Caffè , competizione italiana che mette a confronto infiorescenze di Cannabis Sativa L. prodotte in Italia.

E’ stato bello riunirsi con attivisti vecchi e nuovi per confrontarsi sulla qualità dei fiori di canapa prodotti quest’anno.

I criteri di valutazione a disposizione dei giudici sono stati tre:

  • Aspetto del fiore
  • Profumo e terpeni
  • Giudizio complessivo

Nell’aspetto del fiore, viene preso in considerazione alcune particolarità del fiore: il colore, la pulizia delle foglie e la densità dei boccioli. Il colore evidenzia la qualità delle procedure per seccare il prodotto vegetale e della sua conservazione, la cannabis è ricca di acqua e clorofilla, se non viene essiccata con la giusta velocità porta al ossidazione del materiale vegetale. La pulizia, fatta a mano o con l’ausilio di trimmer professionali danno sicuramente risultati diversi ma se fatti con cura sono equamente competitivi sulla qualità finale dell’infiorescenza di cannabis light. La densità dei boccioli è di sicuro un elemento importante, anche se più per un fattore commerciale che di qualità del fitocomplesso, ma che non poteva mancare nel giudizio sull’aspetto del prodotto.

Dal giudizio sull’aspetto sono emerse tre grosse distinzioni: la prima, cannabis light fatta a regola d’arte, la seconda,cime apicali di canapa certificata di ottima fattura e si conclude la classifica con fiori mal puliti o seccati, spesso anche derivanti da buone genetiche, ma spesso ossidati o mal conservati.

Continua a leggere…

Canapa e nuvole

Lei è bella lo so
e passato del tempo ed io
c’è lo nel sangue ancor.
Io vorrei io vorrei
ritornare laggiù da lei ma so che non andrò.
Questo è un amore di contrabbando
meglio star qui seduto a guardare il cielo davanti a me.
Canapa e nuvole

cit. Vito Pallamicini

Biografia della cannabis & canapa

La Cannabis Sativa L. della famiglia delle piante cannabinacee, sono presenti sul pianeta terra da milioni di anni, è distribuita su tutti i continenti che hanno subito migrazioni umane. Molti ricercatori ed antropologi hanno studiato il lungo legame che la canapa ha avuto con il genere umano, alcune teorie affermano che sia proprio grazie a questa pianta che si sia stimolata l’agricoltura in molti popoli.

150.000.000 a.C.
Stimato il ritrovamento della più antica pianta di cannabis nel attuale Russia

7.000.000 a.C.
La migrazione del Homo Spiens che portò i semi di canapa in tutte le terre emerse, aiutandone la propagazione in tutto il pianeta

8000 a.C.
Ritrovamento di tessuti in fibra di canapa in Mesopotamia (Catal Huyuk) e in Cina.

7000 a.C.
Incomincia il popolamento della penisola italiana con conseguenti ritrovamenti di canapa (vedi mappa)

4000 a.C.
Ritrovamento di manoscritti su carta di canapa in Egitto, Persia e Cina.

2700 a.C.
Cina. Ritrovamento di un manoscritto che elenca istruzioni per la coltivazione della cannabis da usare poi come medicamento e vestiario. (Imperatore Shen Nung)

Continua a leggere…

Comunicato stampa Cannabis Social Forum

Alla cortese attenzione di:

Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo

Ministero della Salute

Ministero degli Interni

Ministero di Grazia e Giustizia

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ufficio della Presidenza della Repubblica

 

Oggetto: Comunicato stampa Cannabis Social Forum

 

A seguito dei sequestri di prodotti derivati dalla pianta della canapa avvenuti negli ultimi mesi in tutta Italia, il settore canapicolo italiano si è coordinato, radunando tutti gli esponenti della filiera nazionale: associazioni, produttori, commercianti, legali, ricercatori e politici.

Roma, il giorno 22 dicembre si è tenuto il più grande incontro di esponenti del settore Cannabis Sativa L.: i protagonisti si sono confrontati sulle contrastanti interpretazioni istituzionali, per sopperire alla mancanza di una chiara e univoca regolamentazione.
È nato il CANNABIS SOCIAL FORUM per rispondere alle esigenze di una realtà attiva fin dal 1998. Questo primo raduno, grazie al prezioso contributo di tanti soggetti a vario titolo implicati, è stato testimonianza del quadro italiano del settore canapicolo ed è stato integralmente ripreso da Radio Radicale.

Continua a leggere…

Relazione annuale sulla Cannabis Terapeutica anno 2018

2014

Prima di intraprendere il programma Nazionale di Cannabis ad uso medico si era stimata la spesa di 1 milione di euro che sarebbero serviti per la produzione di 400 kg/anno

ilfattoquotidiano.it

2015

Nel novembre 2015 viene votato il famoso Decreto Cannabis Terapeutica Lorenzin 9-11-2015

2016

Per attuarla quest`anno è stato stanziato un investimento di 1 milione di euro: fondi che consentiranno di produrre fino a 400 kg di cannabis medica. 

radicali.it

2017

Decreto legge 148/17 come convertito dalla legge n. 172, 4 dicembre 2017In continuità con il percorso già intrapreso dal Ministero della salute e dal Ministero della Difesa per assicurare la produzione e trasformazione di cannabis ad uso medico da parte dello Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze, si è previsto un apposito finanziamento (a carico del bilancio del Ministero della Salute) di 2,3 milioni di euro per lo Stabilimento suddetto.

Un fondo che sarà utilizzato per realizzare nuove serre ed incrementare la produzione della cannabis ad uso terapeutico andando incontro all’aumento della domanda dei pazienti.

Anche altri soggetti, oltre allo Stabilimento farmaceutico militare di Firenze, potranno essere autorizzati a produrre cannabis a fini terapeutici sotto il controllo di Aifa e secondo i criteri GMP, in linea con quanto previsto anche dal Ddl cannabis già approvato dalla Camera.

www.quotidianosanita.it

Produzione e trasformazione di cannabis per uso medico (articolo 18-quater).

Nonostante nel 2014 l’erogazione di 1 milione di euro avrebbe dovuto garantire una produzione di 400 kg anno di cannabis medicinale, a fine 2018, possiamo solo notificare come con una manovra che dura da oltre 4 anni non si è ancora assicurata la continuità terapeutica ai pazienti in cura, e triplicando le spesa iniziale dopo 4 anni dall’avvio del progetto la produzione totale di Firenze è forse arrivata ad produrre il 25% di quello che sarebbe stato previsto per il suo primo anno di vita.

Riepilogo:

3,3 milioni di euro certificati (che con le ultime manovre sorpasseranno ai €5.000.000) direzionati all’Istituto Chimico Farmaceutico militare di Firenze, con lo scopo di avviare una produzione italiana. Solo dopo anni è forse giunta a un livello di produzione di 100 kg/anno di infiorescenze. Solo dopo diverse difficoltà e ritardi la produzione italiana è divenuta realtà. Nel gennaio 2017 vengono erogati i primi lotti di Fm2 come sostituto del Bediol (cannabis terapeutica olandese con un rapporto 1 / 1 di THC e CBD). Purtroppo 3 tentativi sono stati fallimentari per la produzione della FM19 , che sarebbe dovuto essere un sostituto del Bedrocan, (la cannabis che maggiormente importiamo dall’Olanda con un THC tra il 19 e il 22%).

Continua a leggere…

Cannabis in prospettiva

Le prospettive con cui possiamo osservare la vita sono molteplici, come molteplici sono le realtà che ci circondano. Conformarsi a visioni comuni, limita la visione della realtà permettendo di smarrire preziose informazioni utili al progresso morale, spirituale e fisico.

Essere in grado di collaborare e lavorare in sinergia tra specie diverse o tra  prospettive discordanti, sarà sintomo di evoluzione di un mondo immobile da troppo tempo sul egoismo economico.

Saremo in grado, una volta superato il conformismo, di saper lavorare sulla comprensione delle moltitudine di prospettive alternative che il libero pensiero porta con se?

Chi sono i Fruitori di Cannabis?

I consumatori dei molti derivati, legali e non, della pianta di Cannabis Sativa L. sono una vera e propria “minoranza di genere” (Art.3 della Costituzione della Repubblica Italiana). Loro fruiscono dei servizi terapeutici che i cannabinoidi apportano al nostro sistema endocannabinoide (Art.32) e nel migliorare la personalità (Art.2).

Da decenni in Italia si perseguita questa “minoranza di genere” che ha come unica colpa (forse genetica) di usare la Cannabis per migliorare la qualità della propria vita (Art. 32). Queste persecuzioni hanno limitato la libertà di questi cittadini e lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica (Art. 9) sulla canapa.

I fruitori sono una “razza”, distribuita su tutto il pianeta, parlano una “lingua” con termini che pochi cittadini conoscono (es: Terpeni, Flavonoidi, Cannabinoidi, Indica, Sativa, ecc…) credono religiosamente che la pianta possa donargli dei frutti che collaboreranno a migliorare la personalità e la qualità della vita. Purtroppo questi cittadini, causa le norme vigenti spesso incostituzionali, non hanno la libertà di manifestare la propria opinione (Art.21) politica: esporre un logo riconoscitivo tipo la foglia o il solo nominare i molti nomi (Canapa, Ganja, Marijuana, ecc..) provocherebbe il campanello d’allarme di chi applica la legge….

Continua a leggere…